venerdì 26 aprile 2013

TEMPO DI PIANTARE PER TINGERE

Una bella sorpresa quando abbiamo partecipato a THAT’S AROMI  il 7 Aprile scorso, è stata scoprire uno stand - tra i tanti coperti di piantine aromatiche più o meno conosciute e fiori rigogliosi – in cui in fondo dietro a tutto abbiamo letto il cartellino “PIANTE TINTORIE”, ovviamente siamo corse a curiosare… e siamo uscite con sei vasetti pieni di promesse:

achillea

alchemilla

Se Alchemilla e Achillea sono piante tradizionalmente buone per le virtù medicinali – e come spesso accade alle piante ricche di oli essenziali  - anche per tingere nei toni dal giallo oro al verdino, alcune davvero non le avevamo mai sentite…galega

Ora dovremo farle crescere ancora un po’ e scoprire se davvero la Galega  donerà azzurro, il Polemonium il nero (!!!) e la radice di Anchusa il rosso

polemonium

anchusa

trifoglio

Il trifoglio, bè basterà prenderne un po’ in un prato, e non avendo noi tartarughe o conigli da sfamare, proveremo che giallo uscirà!

Quindi grazie a JSHANDHOOR l’azienda Agricola di Susanna Aimone di Busca (CN) per averci fatto conoscere queste piante vecchie e nuove, sperando che davvero riusciremo a fare una giornata di tintura nel loro vivaio nel bosco!

Ora, non resta che vedersi con chi ci ha promesso un fazzoletto di terra in cui piantare, e aspettare con pazienza e cure che le piantine crescano e rendano un po’ più colorata la nostra città!

giovedì 25 aprile 2013

Storia di un filato artigianale....ovvero ciò che realizzeremo insieme nel prossimo corso base di filatura manuale della lana....


Prendiamo l’esempio della lana, e partiamo dalla pecora… bè non proprio perché una volta tosata, il vello va selezionato, e quello adatto alla filatura va lavato TANTO!
 
Le nostre e mani artigiane partono dalla lana già pulita e pettinata che a questo punto può prendere diverse strade:


LA TINTURA

 
Allora noi scegliamo foglie, fiori, cortecce, o bacche freschi o essiccati, e iniziamo a colorare.
Si scopre così che qualità diverse di lane o di fibre prendono le tinte in modo molto differente, e poi basta usare una temperatura più o meno alta, o aggiungere qualche piccolo ingrediente  come aceto, ammoniaca, un chiodo arrugginito o un filo di rame… e le sfumature diventano infinite!
 
Un’altra passaggio che possiamo far fare alla fibra di lana prima di filarla è…...
 LA CARDATURA
 
Il filato ottenuto da fibre cardate ha una colorazione a pacchetti casuali, non sfumata, e un corpo naturalmente irregolare :
 
Sia che la lana sia tinta o cardata o semplicemente lavata, alla fine l’ultimo passaggio è proprio :
 
LA FILATURA
 
La fibra ora viene ritorta semplicemente ruotando su sé stessa… Sarà l’esperienza delle mani filatrici a dare un filato sottile, usando pochissima fibra alla volta, oppure spesso, o ancora irregolare, ondulato, più morbido o più resistente.
I filati si creano un capo alla volta, e poi possono essere binati, accoppiando i singoli capi a dare un filo più spesso, resistente e con infinite possibili forme diverse!
 
 
 
 
 
 
 
Durante il corso residenziale che faremo il 4 e 5 Maggio nella splendida cornice dell'agriturismo Artemisia a Montoggio faremo esperienza di filatura manuale con le ruote seguendo questo programma:
SABATO MATTINA
Inizio corso ore 10
·         Conoscenza delle fibre naturali di origine animale e vegetale (caratteristiche tecniche, provenienza)
Toccando con mano le diverse fibre racconteremo le loro caratteristiche e compileremo alcune schede di catalogazione
·         La filiera artigianale della lana dalla pecora al maglione (tosa, lavaggio, cardatura, filatura)
·         Le fasi della filatura a mano con le ruote dalla fibra lavata tinta o naturale al filato
SABATO POMERIGGIO
·         Gli strumenti che utilizzeremo nomenclatura e uso delle varie parti
·         Iniziamo a fare esperienza di filatura preparando le nostre fibre non tinte con le carde manuali  e con la cardatrice a tamburo
·         Scelta delle fibre da utilizzare  e progettazione del filato
·         Esperienza di cardatura
·         Esperienza di filatura
DOMENICA MATTINA
·         Ispirandoci ai colori della primavera scegliamo progettiamo il filato che vogliamo realizzare scegliendo tra le fibre tinte naturalmente i colori che vogliamo utilizzare
·         Cardatura delle fibre scelte e realizzazione di un batt personalizzato  con la cardatrice a tamburo e di rolag con le carde manuali
·         Filatura con le ruote produzione di un filato ad un capo
DOMENICA POMERIGGIO
·         Filatura con le ruote produzione di un filato a due capi
·         Come si crea una matassa (strumenti utilizzabili) e come si “finisce” il filato realizzato
 A seconda del numero dei partecipanti e degli interessi emersi verranno trattati in modo più o meno approfondito i diversi argomenti.
 

venerdì 19 aprile 2013

Calendario attività e corsi 2013


MARTEDi’ ecocreativi  “ARTE IN FIBRE”

ORARIO DEGLI INCONTRI: 17.00 – 19.00



DATE INCONTRI

21 MAGGIO

11 GIUGNO

17 SETTEMBRE

15 OTTOBRE

19 NOVEMBRE

10 DICEMBRE

Quota di partecipazione  per tutti e 6 gli incontri 100€ + la tessera associativa annuale di 10€ per chi non fosse già socio. Quota di partecipazione al singolo incontro 20€

Ciclo di sei incontri mensili di esplorazione delle arti tessili che impiegano fibre naturali con realizzazione di manufatti.

LABORATORI DI TINTURA NATURALE PRESSO MANIFESTAZIONI PUBBLICHE

9 GIUGNO 2013 PRESSO LA MANIFESTAZIONE “FESTA DELLE ROSE” A BUSSALA (GE)

21 LUGLIO 2013 PRESSO LA RASSEGNA DI ARTIGIANATO Mand'Ommu

 CELLE LIGURE (GE)  

CORSI RESIDENZIALI FILATURA  ARTISTICA MANUALE

4-5 MAGGIO Montoggio (GE)

7-8 SETTEMBRE Navelli (AQ)

19 MAGGIO Agriturismo La Sereta Fraconalto (AL)

29-30 GIUGNO Garessio (CN)

CORSI RESIDENZIALI DI TINTURA NATURALE

1-2 GIUGNO Montoggio (GE)

19-20 OTTOBRE "Tintura al tino" con Indaco

Prossimi appuntamenti

Eccoci per aggiornare il programma delle attività didattiche che si svolgeranno nella nostra sede nei prossimi mesi. 12 MARZO: FAIR ISLE...